LINGUAGGIO DEL CINEMA E DELLA TELEVISIONE

TERZE, ITSOS ALBE STEINER


All'Itsos Albe Steiner, Milano, la materia "Linguaggio del Cinema e della Televisione" in terza è costituita da 6 ore (di cui 3 in compresenza con un insegnante tecnico-pratico) nell'indirizzo di "Cinema e Televisione" e da 3 ore nell'indirizzo di "Visual". 

Qui di seguito sono riportati i due programmi e i materiali di studio e di lavoro.


PROGRAMMA DI "LINGUAGGIO DEL CINEMA E DELLA TELEVISIONE" NELL'INDIRIZZO "CINE-TV"

Conoscenze teoriche

Le esemplificazioni saranno tratte prevalentemente da film di qualità degli ultimi due decenni.

• Analisi formale di un prodotto cinematografico e televisivo: l'inquadratura (distanza, angolazione, movimenti di macchina, inclinazione, profondità di campo e relazioni prospettiche, rapporto d'aspetto, composizione, velocità di scorrimento), il montaggio (montaggio interno alle sequenze, montaggio tra sequenze, stili di montaggio, piano sequenza), la messinscena (illuminazione, recitazione, regia, ambientazione - scenografia e location, costume, trucco, effetti speciali), la sceneggiatura (storia, intreccio, personaggi, ambientazione, tono, dialoghi).

• I mestieri del cinema e della televisione legati ad ogni elemento costitutivo del linguaggio.

Conoscenze pratiche

• I parametri di ripresa (temperatura colore, diaframma, otturazione, fuoco, lunghezza focale).

• Le caratteristiche delle diverse classi e tipologie degli apparecchi da ripresa. Gli apparecchi da ripresa professionali e prosumer e le loro funzioni essenziali.

• Le applicazioni di montaggio professionali, le loro funzioni essenziali e accessorie, preparazione dei materiali, organizzazione del lavoro di editing.

Abilità teoriche

• Saper valutare qualitativamente un prodotto audiovisivo dal punto di vista formale essendo in grado di distinguere i contributi dei diversi linguaggi che lo compongono e dunque le specifiche professionalità che si richiedono.

Abilità pratiche

• Saper utilizzare apparecchi di ripresa prosumer senza automatismi,

adeguando i diversi parametri (temperatura colore, diaframma, otturazione, fuoco, lunghezza focale) agli obiettivi di comunicazione prefissati.

• Saper utilizzare le funzioni essenziali di un programma di montaggio video, e saper realizzare semplici raccordi interni alle sequenze.

• Saper valutare i diversi prodotti audiovisivi in base ai linguaggi utilizzati.

• Saper utilizzare una camera collegata a una regia e collocata in uno studio televisivo.

Competenze

• Essere in grado con il solo ausilio di un libretto di istruzione di saper

utilizzare una qualsiasi telecamera.

• Essere in grado di utilizzare nelle sue funzioni essenziali con il solo helping in linea un programma di montaggio video.

• Saper svolgere gli incarichi affidati rispettando le consegne.

Download
Programma di "Linguaggio del cinema e della televisione" dell'indirizzo Cine-tv
cine-tv_linguaggio_del_cinema_e_della_te
Documento Adobe Acrobat 30.5 KB

PROGRAMMA DI "LINGUAGGIO DEL CINEMA E DELLA TELEVISIONE" NELL'INDIRIZZO "VISUAL"

Conoscenze teoriche

• Analisi formale di un prodotto cinematografico e televisivo: l'inquadratura (distanza, angolazione, movimenti di macchina, inclinazione, profondità di campo e relazioni prospettiche, rapporto d'aspetto, composizione, velocità di scorrimento), il montaggio (montaggio interno alle sequenze, montaggio tra sequenze, stili di montaggio, piano sequenza), la messinscena (illuminazione, recitazione, regia, scenografia e location, costume, trucco, effetti speciali), la sceneggiatura (storia, intreccio, personaggi, ambientazione, tono, dialoghi).

• Rapporto tra immagine e realtà: punto di vista, interpretazione, passaggio dalla sceneggiatura alle riprese.

Conoscenze pratiche.

• Le diverse tipologie di videocamere, dalla consumer alla prosumer.

• I paramentri di ripresa (fuoco, otturazione, lunghezza focale, diaframma,

temperatura colore e livelli di bianco).

• Introduzione al sistema di editing video Final Cut (importazione materiale,

studio dell'interfaccia, gestione di una semplice sequenza su timeline,

introduzione di brani musicali, formati di esportazione).

• Cenni di illuminazione (soggetto, sfondo, controluce e profondità).

Abilità teoriche

• Saper analizzare e valutare un prodotto audiovisivo dal punto di vista formale, sapendo distinguere i contributi dei diversi linguaggi che lo compongono e ricostruire i processi produttivi e le specifiche professionalità richiesti dalla tipologia di prodotto.

Abilità pratiche

• Saper utilizzare apparecchi di ripresa prosumer senza automatismi, adeguando i diversi parametri (temperatura colore, diaframma, otturazione, fuoco, lunghezza focale) agli obiettivi di comunicazione prefissati.

• Saper costruire una breve sequenza per immagini, pensata in funzione di un montaggio in macchina.

• Saper utilizzare le funzioni essenziali di un programma di montaggio video, e saper realizzare semplici raccordi interni alle sequenze.

Competenze

• Essere in grado con il solo ausilio di un libretto di istruzione di saper utilizzare una telecamera prosumer.

• Essere in grado di utilizzare nelle sue funzioni essenziali un programma di montaggio video e di assemblare brevi sequenze.

• Saper trattare i macchinari affidati in custodia con la massima diligenza.

• Saper lavorare coerentemente al compito assegnato e lavorare rispettando i

ruoli e le diverse competenze che compongono un set.

• Essere in grado di analizzare e descrivere diversi prodotti audiovisivi.

Download
Programma di "Linguaggio del cinema e della televisione" dell'indirizzo Visual
visual_linguaggio_del_cinema_e_della_tel
Documento Adobe Acrobat 33.5 KB

Materiali di studio e di lavoro

Scheda su I movimenti di camera.

Scheda su L'illuminazione.

Scheda su Il montaggio.

Download
Terminologia cinetelevisiva in lingua inglese.
di Serena Calvi
cinema_linguaggio_inglese.rtf
File di testo 4.1 MB