CATASTROFICO E DOOMSDAY


Il genere catastrofico fu uno dei generi che si fecero portatori delle incertezze che il periodo di proteste degli anni Settanta arrecava ad una parte del pubblico. Negli USA venne chiamato Disaster Film. I suoi elementi costitutivi sono: un disastro umano o naturale che incombe, un numeroso gruppo di vittime predestinate, incredule o inconsapevoli, le istituzioni impreparate o inefficienti nel difendere i cittadini, un eroe solitario che salva un bel gruppo di superstiti con coraggio e intelligenza. Il tutto condito con scene di spettacolari distruzioni e abbondanza di cadaveri. Il primo film del genere fu Airport (r. di George Seaton, 1970 con tre sequel nel decennio). Accorgendosi delle potenzialità del genere gli Studios investirono parecchio in: L'avventura del Poseidon (The Poseidon Adventure, r. di Ronald Neame, 1972), L'inferno di cristallo (The Towering Inferno, r. John Guillermin, 1974) e Terremoto (Earthquake, Mark Robson, 1974), tutti campioni d'incasso. 

Il genere terminò con il flop di: The Swarm (r. di Irwin Allen, 1978) e Meteor (r. di Ronald Neame, 1979), ma tornò in voga negli anni 2000, fondendosi con un filone della fantascienza: il Doomsday.

Mentre però nel classico Disaster film la distruzione è limitata geograficamente (come in Dante's Peak, r. di Roger Donaldson, 1997) nel genere che si afferma negli anni 2000 l'evento catastrofico è in grado di distruggere l'intera umanità, e per questo viene chiamato Doomsday ("giorno del giudizio"). Dato che il pubblico va a vedere questi film per assistere a distruzioni, ma allo stesso tempo il mondo non può finire, la catastrofe almeno in parte deve compiersi, prima che un gruppo di eroi riesca a salvare la situazione. Si tratta di film spesso militaristi, dove l'esercito ha un ruolo decisivo. Un'altra differenza con il classico Disaster film è che nel Doomsday il nemico non è astrattamente naturale (il fuoco, il tornado, il mare...), ma un nemico fisico (alieni, macchine crudeli, ecc.). I film di maggior successo: Independence Day (r. di Roland Emmerich, 1996), Armageddon (r. di Michael Bay, 1998), Deep Impact (r. di Mimi Leder, 1998), War of the Worlds (r. di Steven Spielberg, 2005), The Core (r. di Jon Amiel, 2003), The Day After Tomorrow (r. di Roland Emmerich, 2004), Transformers (r. di Michael Bay, 2007, sequel nel 2009), Cloverfield (r. di Matt Reeves, 2008), Ultimatum alla Terra (r. di Scott Derrickson, 2008 remake del film del 1951). Anche gli ultimi due episodi della serie Terminator (2003 e 2009) hanno una impostazione da Doomsday



Download
I generi catastrofico e doomsday
catastrofico_doomsday.pdf
Documento Adobe Acrobat 48.5 KB