L'ALTEZZA DI RIPRESA


Per altezza di ripresa si intende la distanza tra il suolo e il punto di ripresa. L’altezza è spesso collegata all’angolazione di ripresa. Se ad esempio si riprende con una angolazione dal basso, è frequente che si abbassi l’altezza della camera. Non sempre accade, per questo le due nomenclature vanno tenute separate. 

Prendendo a riferimento l’altezza di ripresa, le inquadrature possono essere suddivise in tre categorie. Il loro punto di riferimento è l’altezza degli occhi del personaggio quando è in posizione eretta (a volte definita altezza testa o altezza d’occhio).

standard: il punto di ripresa è all'altezza degli occhi; 

- ribassata: il punto di ripresa è più in basso rispetto alla linea degli occhi. Ad altezza terra ed angolazione orizzontale la camera può offrire il punto di vista inusuale di chi è sdraiato e guarda di fronte a sè. Questa altezza può scendere anche sotto il suolo, ad esempio per favorire una ripresa supina. 

rialzata: il punto di ripresa è più in alto rispetto alla linea degli occhi.


In questa scena di Banditi a Orgosolo (r. di Vittorio De Seta, 1961, Italia) Giuseppe giunge nella casa del compaesano Gonnario dove è in corso una festa. L'altezza terra con angolazione orizzontale della ripresa delle gambe dei danzatori, non è solo la rappresentazione del punto di vista del bambino, ma anche la chiara espressione della sua esclusione da quel mondo.


In questa scena di Tre colori - Film blu (Trois couleurs: Bleu, di Krzysztof Kieślowski, 1993, Francia, Polonia, Svizzera) la ripresa ad altezza terra mantiene a fuoco il dettaglio dell'auto che causerà l'incidente, con la bambina che ritorna sfuocata come se il suo destino fosse già predeterminato da quelle gocce di olio che colano. 


In questa scena di Ladri di biciclette (r. di Vittorio De Sica, 1948, Italia) iil bambino è ripreso con una altezza ribassata, in modo da collocarsi con una angolazione orizzontale. Anche la gran parte delle inquadrature dedicate al padre sono ribassate, costringendo dunque a riprenderlo con una angolazione dal basso. In questo modo è facilitata l'identificazione del pubblico con le proteste del bambino, e risulta evidente allo stesso tempo che, nel conflitto tra soggetti oppressi, De Sica sceglie il più debole.


In questa sequenza tratta da Un tranquillo weekend di paura (Deliverance, di John Boorman, 1972, USA) la tensione è costruita anche abbassando progressivamente l'altezza di ripresa. Inizialmente un po' sopra i personaggi, arriva fino a pelo d'acqua nel climax della sequenza. 



Brani commentati di film con diverse altezze di ripresa su questa playlist.



Download
Scheda di lavoro su "L'altezza di ripresa"
Esercizio a partire dalla visione individuale di un film
scheda_lavoro_altezza.doc
Documento Microsoft Word 25.5 KB

L'altezza di ripresa è affrontata alla p.162 del Corso di linguaggio audiovisivo e multimediale.