MI PIACE NON MI PIACE

Esercitazione per le quarte dell'indirizzo Cine-tv, ITSOS Albe Steiner, Milano. a.s. 2007-2008. 


Ci sono alcune cose che non ti piacciono e altre che ti piacciono. Non stiamo parlando di faccende realmente importanti, ma piccoli tic, abitudini, ossessioni che però ritieni significative di te. Se non ti va di parlare in prima persona, puoi prendere di mira un parente, o un amico/a, basta che sia consenziente. Devi descrivere quel che ti piace e quel che non ti piace nello stile de Il favoloso mondo di Amelie (necessaria installazione quicktime). Dunque con un tono ironico, un montaggio vivace, qualche sorpresa. Il corto non dovrebbe durare più di due minuti. Ad ogni affermazione (mi piace/non mi piace) dovrebbe corrispondere almeno una inquadratura. Come colonna sonora puoi utilizzare il tuo motivo preferito. Devi registrare la voce fuori campo (tua o di un altro), con un testo in prima o terza persona (“mi piace...” oppure “a -il tuo nome- piace...”).

 

Fasi dell'esperienza

a. viene mostrato parte del film "Il favolo mondo di Amelie" sottolineando le scelte di sceneggiatura, ripresa e montaggio che ne caratterizzano lo stile.

b. si visionano insieme, commentandoli, i lavori svolti dalle classi negli anni precedenti. Si sottolineano le problematiche tecniche (errori di ripresa e di montaggio, livelli sonori non bilanciati, ecc.), quelle linguistiche (utilizzo di inquadrature uniche quando l'azione poteva più efficacemente essere descritta da più inquadrature, ecc.) e quelle strettamente narrative (mancanza di una struttura, conclusione poco efficace, scarsa chiarezza espositiva, effetti comici non riusciti o involontari, ecc.).

c. si presenta agli studenti la scheda di lavoro per la fase letteraria. Ogni studente comincia a scrivere in classe, concludendo il lavoro a casa.

d. le schede vengono corrette e poi discusse in classe. Ogni affermazione ("mi piace", "non mi piace") è accompagnata solitamente da una sequenza di inquadrature. Ogni sequenza ha un incipit, uno sviluppo ed una conclusione. Si deve sottolineare la necessità di realizzarla, nella gran parte dei casi, in maniera articolata (più inquadrature, raccordi di montaggio, ecc.). Per ogni sequenza lo studente deve riflettere sulle risorse che gli occorrono per realizzarla. L'insegnante valuta la fase letteraria, in modo che lo studente comprenda che si tratta del momento fondamentale della realizzazione video.

e. sulla base della scheda corretta, lo studente produce o reperisce tutti materiali necessari al montaggio, comprese le musiche. Quindi passa al montaggio.

f. Alla fine lo studente fa l'upload del montaggio sul proprio canale.


Playlist di youtube con i lavori degli studenti.



Download
Scheda di lavorazione
amelie.pdf
Documento Adobe Acrobat 85.7 KB