GLI EVENTI


In un'opera cinetelevisiva gli eventi costituiscono l'insieme di quel che accade nel corso della narrazione. Nello story concept sono già presenti gli eventi essenziali del racconto, ma questi da soli non bastano a sostenere una storia, che per diventare tale deve essere sviluppata, cioé arricchita e articolata. Conoscere solo gli eventi interni allo story concept è come apprendere i risultati di una gara sportiva senza saper nulla del suo concreto svolgimento: è un'informazione utile, ma che non è viva, né tantomeno coinvolgente.  É nello sviluppo, cioè nel dipanarsi degli eventi, che risiede il maggior impegno in termini di creatività, perché gli story concept sono già stati tutti inventati, ma le storie che possono nascere da questi sono potenzialmente infinite. Lo sviluppo mette a punto una sorta di meccanismo ad orologeria per cui, a determinati fatti messi a premessa, ne devono per forza seguire altri come conseguenza. Gli eventi si susseguono gli uni dopo gli altri rispettosi della coerenza narrativa interna, senza però costituire l'unica possibile scelta. Gli eventi vengono "srotolati" da un solo gomitolo da cui si libera il filo. Il filo però può prendere varie direzioni, anche se ogni sua parte rimane coerentemente unita alla precedente e alla successiva. 

Si tenga presente comunque che, nell'economia di una drammaturgia cinetelevisiva, non necessariamente la catena degli eventi è l'elemento centrale. Vi sono alcuni film dove è più importante il personaggio, e la storia non è altro che un insieme di aneddoti o di accadimenti privi di una vera rilevanza, se non quella di mettere in risalto le caratteristiche del protagonista. 

Funzione degli eventi

Ogni opera cinetelevisiva è una lunga concatenazione di eventi. All'interno del racconto questi eventi non ricoprono però le stesse funzioni:

- eventi portanti: sono gli eventi fondamentali che definiscono il racconto. Il loro insieme dà vita alla storia, che viene stravolta se uno solo di essi viene cambiato o eliminato;

- eventi secondari: sono gli eventi che legano un evento portante all'altro come un ponte. Sono indispensabili per far passare delle informazioni, per questo spesso consistono in incontri tra personaggi che dialogano;

- eventi descrittivi: sono gli eventi che servono a tratteggiare l'ambiente sociale e la fase storica in cui si svolge la storia oppure a illustrare delle caratteristiche dei personaggi. La loro sparizione comprometterebbe la ricchezza dei personaggi e dell'ambientazione, ma non intaccherebbe minimamente la logica narrativa della storia.

Tipologie di eventi

Eventi è un termine generico che nasconde diverse tipologie di fatti. Chiamiamo accadimenti gli eventi che avvengono senza l'intervento del personaggio, anche se il personaggio potrebbe esserne causa più o meno remota. 

La reazione del personaggio ad un accadimento è la seconda tipologia di evento. 

La terza tipologia di evento è l'azione, cioé un evento che avviene a causa di una iniziativa del personaggio, grazie alle sue particolari caratteristiche e in maniera sufficientemente autonoma dagli accadimenti.

Quando si distinguono azioni, reazioni ed accadimenti, va sempre precisato il punto di vista, ovvero il personaggio cui ci si riferisce.  Quella che per un personaggio è una azione, per un altro può essere un improvviso accadimento. 


Download
Gli eventi
versione stampabile
eventi.pdf
Documento Adobe Acrobat 45.6 KB
Download
Funzione degli eventi
Elenco degli eventi distinti per funzione svolta (portante, di raccordo e descrittiva) del film "Sweet Sixteen", sceneggiatura di Paul Laverty
elenco_eventi_Sweet_Sixteen.pdf
Documento Adobe Acrobat 64.2 KB
Download
Esercizio sullo sviluppo della storia
Allo studente è chiesto di sostituire alcuni eventi nella storia di "Sweet Sixteen", sceneggiatura di Paul Laverty.
esercizio_sviluppo_Sweet_Sixteen.doc
Documento Microsoft Word 38.5 KB
Download
Esercizio sulla tipologia di eventi
esercizio_eventi_tipologia.rtf
File di testo 1.8 KB
Download
Esercizio sulla funzione degli eventi
esercizio_eventi_funzioni.rtf
File di testo 1.9 KB