LA TESSITURA NARRATIVA


La tessitura è uno dei procedimenti, insieme a strutturazioneesposizione progressione, che sovrintendono alla composizione di una narrazione cinetelevisiva fiction che prende forma nella sceneggiatura. La composizione consiste nella dislocazione del materiale narrativo (eventipersonaggiambientazione), conformemente alle scelte di configurazione (punto di vistatonodensità), lungo tutto l’arco del film. 


Main plot, subplot, storyline

In molte fiction vi è una storia principale ed una secondaria. la prima (main plot) è dedicata al protagonista e lega tutti gli eventi tra loro collegati e necessari. La seconda (subplot) interagisce con il main plot dando vita a pezzi di racconto che potrebbero essere eliminati senza compromettere la comprensione della narrazione principale, ma la cui presenza contribuisce ad arricchirla. 

Mo' Better Blues (r. di Spike Lee, 1990, USA) racconta la storia del trombettista Bleek che costituisce il main plot. In vari momenti questo si interseca con la storia del suo rapporto con l'amico Giant (subplot).


In JFK (r. di Oliver Stone, 1991, USA) il main plot racconta dell'indagine svolta dal procuratore Jim Garrison per scoprire i mandanti dell'assassinio di Kennedy. Il subplot è dedicato alla relazione sempre più delicata tra il protagonista e la moglie.



In varie fiction, film o serie tv, le varie storie sono di pari importanza. In questo caso si chiamano storyline.

La presenza di più storyline di pari importanza che si intrecciano è tipico delle soap opera, come Un posto al sole (ideato da Wayne Doyle, Gino Ventriglia, Adam Bowen, Michele Zatta, dal 1996, Italia).

.


Hannah e le sue sorelle (Hannah and Her Sisters, r. di Woody Allen, 1986, USA) è uno dei rari film con diverse (tre) storyline di pari importanza.


In alcune serie tv vi è una storyline che evolve nel corso delle puntate (storia orizzontale o running plot), mentre ogni puntata è retta da una storia autoconclusiva di volta in volta diversa (storia verticale o anthology plot). 

La serie tv X-Files (The X-Files, ideata da Chris Carter, dal 1993, USA) all'inizio era costituita solo da storie verticali, poi ha fatto la sua comparsa una storia orizzontale (il complotto alieno) che ha preso via via il sopravvento.



Forme della trama

I modi e i tempi coi quali le diverse storyline di un film interagiscono tra loro danno vita alla tessitura: per formare un tessuto i fili dell’ordito (storyline, main plot e subplot) corrono parallelamente tra loro e sono attraversate trasversalmente da fili, la trama, ovvero l’insieme degli eventi che nel film incrociano le varie storyline unendo ora certi fili, ora altri. I modi attraverso i quali le storyline si relazionano tra loro sono sostanzialmente tre: fusione, inserzione, alternanza. Fusione, intreccio ed alternanza, sono modalità di tessitura che possono coesistere all’interno dello stesso film. I momenti del passaggio da una modalità all’altra o all’interno della stessa tra diverse storyline formano i nodi della trama


La fusione si ha quando i protagonisti di due o più storie inizialmente separate, poi si riuniscono ritrovandosi nelle stesse scene. 

Ne Il buono, il brutto e il cattivo (r. di Sergio Leone, 1966, Italia) tre personaggi seguono le tracce di un bottino nascosto. Le loro storyline si separano e si fondono diverse volte.



L’inserzione si ha quando una storia si interrompe per far spazio ad una storia parallela, solitamente portata da un personaggio secondario e alla quale anche il protagonista, magari saltuariamente, partecipa. 

In Senso (r. di Luchino Visconti, 1954, Italia) sul main plot della relazione tra la protagonista e l'ufficiale austriaco, si inseriscono alcune scene di un subplot dedicato alla lotta risorgimentale.



L’alternanza si ha quando due o più storie si interrompono reciprocamente mantenendosi prevalentemente separate. Si tratta di uno spostamento della focalizzazione: in pratica la narrazione smette periodicamente di seguire gli eventi di un personaggio e passa a mostrare quelli di un altro. 

In Crimini e misfatti (Crimes and Misdemeanors, r. di Woody Allen, 1989, USA) si alternano continuamente due storie che si riuniscono solo nel finale.



Quando diverse storyline non si incontrano mai, si dicono parallele.

In Cloud Atlas (r. di Lana e Andy Wachowski, Tom Tykwer, 2002, USA e Germania) si svolgono sei storie diverse, ambientate in sei diverse epoche storiche. Queste storyline parallele si alternano continuamente formando una trama complessa.



Download
Esercizio sulla tessitura n.1
Esercizio di individuazione delle storyline a partire dalla visione individuale di un film.
esercizio_tessitura_1.docx
Documento Microsoft Word 56.9 KB
Download
Esercizio sulla tessitura n.2
Esercizio di modifica della tessitura del film A History of Violence.
esercizio_tessitura_2.docx
Documento Microsoft Word 126.8 KB

I contenuti di questa pagina sono più estesamente trattati nel Corso di linguaggio audiovisivo e multimediale da p.117 a p.120. A p.121 si trova un esempio di tessitura utile per lo svolgimento degli esercizi.